Una nuova liberta’

QUESTO PERIODO TURBOLENTO CAUSATO DEL CORONA VIRUS DURA ORMAI  DA UN MESE E MEZZO.

LA SITUAZIONE IN QUESTO PERIODO NON È MIGLIORATA, MA PEGGIORATA CON TANTE PERSONE CHE PURTROPPO SONO DECEDUTE, NONOSTANTE ALTRE PERSONE SIANO GUARITE. LA SITUAZIONE ANCORA E’ PREOCCUPANTE, QUINDI IL GOVERNO CI HA DATO DELLE REGOLE DA SEGUIRE, COME STARE A CASA E USCIRE SOLO PER CASI DI URGENZA.

QUESTO PERIODO NON SI SA ANCORA QUANDO FINIRA’, MA SPERO MOLTO PRESTO PERCHE’  MI MANCANO LE RISATE, LE USCITE E GLI SCHERZI TRA AMICHE.  VORREI TORNARE ANCHE ALLE MIE ABITUDINI, COME ANDARE A SCUOLA E FARE COLAZIONE CON LE MIE COMPAGNE DI CLASSE.

IL PRIMO GIORNO DI LIBERTA’ PENSO DI ANDARE DALLE PERSONE A ME CARE E DA CUI SONO STATA DISTANTE PER MOLTO TEMPO: NON VEDO L’ORA DI STARE CON LORO E DI RICOMINCIARE, PIANO PIANO, A RITORNARE ALLA NORMALITA’.

IO SONO UNA RAGAZZA MOLTO ANSIOSA, QUINDI PENSO CHE NEI PRIMI MESI DI APERTURA FARO’ MOLTA ATTENZIONE, FIN QUANDO SARO’ SICURA CHE TUTTO SIA DEFINITIVAMENTE FINITO.

SPERO COMUNQUE DI RITORNARE PRESTO ALLA NORMALITA’,  PERCHÉ AMO L’ESTATE E QUINDI VORREI ANDARE AL MARE E  IN PISCINA O ALLE FESTE DEL PAESE CON LE AMICHE. SEMBRA STRANO, MA VORREI RITORNARE A SENTIRE I RUMORI DELLA NORMALITA’, COME IL TRENO CHE PASSA E LE RISATE DELLE PERSONE PER STRADA. VORREI DIVERTIRMI  GIOCANDO E SCHERZANDO, GODENDOMI L’ESTATE COME OGNI ANNO. APPENA

FINITO TUTTO, MI PRECIPITERO’ CON MIA MADRE E MIA SORELLA A FARE “TRUCCO E PARRUCCO” E MI COMPRERO’ TANTI NUOVI SMALTI, VISTA LA MIA ENORME PASSIONE PER LE UNGHIE.

NON VEDO L’ORA DI RITORNARE AL BAR DI MIO PAPA’ , PER POTER FAR FESTA CON TUTTI I MIEI AMICI E VORREI  ANCHE CHE LA MIA FAMIGLIA RITORNASSE A LAVORARE.

MA VORREI ANCHE RITORNARE AL PIÙ PRESTO A DEDICARMI AI MIEI DUE HOBBY PREFERITI, IL TIRO CON L’ARCO E IL BOWLING.

QUESTI MIEI PROGETTI MI AIUTANO A FAR PASSARE LE ATTUALI INTERMINABILI GIORNATE.

IN QUESTI GIORNI SONO UN PO’ SFIDUCIATA, PERCHE’ TUTTI NOI GIOVANI ABBIAMO PAURA DEL FUTURO E NON SAPPIAMO ANCORA IN CHE MODO TORNEREMO ALLA NORMALITA’

                                                                                                       MICHELLE  BARATTI,
1AI, ITIS Cardano

Lascia un commento