CAMPESTRE SUL LUNGO TICINO

Pavia, 9/11/2016

Sono  scoccate le 12 e i giovani atleti dell’istituto, nati tra il 2000 e il 2002, hanno ormai concluso la Campestre.  La gara si è corsa lungo il Ticino e, come ogni anno, ha impegnato gli studenti del Cardano desiderosi di guadagnare un posto tra i dieci migliori che potranno in seguito accedere alla Manifestazione Distrettuale.

Questa è stata per alcuni anche un’ importante occasione di brillare e per altri di mettersi in mostra.

La gara è cominciata alle ore 10:45. Come riscaldamento, sono stati indicati dagli insegnanti una serie di esercizi preparatori da eseguire lungo il percorso. Subito sono emerse le prime avversità: l’asfalto bagnato, il terreno sterrato ricoperto di foglie viscide, la mancanza di uno spazio adatto ad ospitare più di 120 corridori. A nostro parere ciò ha fatto sì che ci siano stati ragazzi svantaggiati che, sovrastati dalla folla di partecipanti, hanno perso tempo e di conseguenza posizioni.

La corsa, che prevedeva un giro e mezzo di percorso, ha sottoposto gli studenti a una ripida salita affrontata per ben due volte. Questo, per molti atleti, è risultato uno sforzo eccessivo che li ha portati ad arrendersi prima di poter tagliare il traguardo.  Quest’anno, però, grazie al maggior controllo da parte degli insegnanti, è stato possibile evitare che i più “furbi” accorciassero il percorso per guadagnare posizioni.

Il primo a raggiungere il traguardo della Categoria Allievi è stato un ragazzo della classe 1° DLS, Efrem Vietti, che ha dominato la gara superando anche studenti del terzo anno. Avvicinandolo, scopriamo che ha una profonda passione per la corsa, iniziata quando era ancora un bambino e viveva in Etiopia.

“Quante gare hai vinto?” gli chiediamo incuriositi “ Molte, soprattutto negli ultimi anni… anche a livello nazionale!” risponde con orgoglio.

“Dopo la tua vittoria ti senti più popolare?” aggiungiamo prima che si allontani, stanco ma soddisfatto del risultato.

campestre“Si, so di essere più popolare. Vincere contro i più grandi è una sensazione impagabile. Ma adesso penso al futuro, alla sfida che mi attende alle Distrettuali e poi alle Provinciali!”

M. Di Silvio, R. Basso, D. Palmitelli 1^ DLS
L. Larocca, M. De Mitri, E. Topputi, L. Buratti 2^DLS

Lascia un commento